Noleggio Bici Trekking

gt-transeo

Molto confortevoli e adatte a percorrere le piste ciclabili anche su sterrato, ideali per le passeggiate con la famiglia.

Un nostro suggerimento

Ciclabile Cortina - Cimabanche-Dobbiacco

Si imbocca la Ciclabile in direzione nord Fiames – Cimabanche.
Asfalto per 2,5 km poi 11 km di sterrato compatto in leggera salita.
Superiamo nell’ordine : casello di Fiames , galleria illuminata di Pezzovico, ponte sulla forra del Rio Felizon , altra breve galleria , Chiesetta di Ospitale e lago Negro.
Giunti a Cimabanche possibilità di proseguire in discesa verso Dobbiaco ( 15km).

I primi chilometri sono su asfalto; dopo circa 2,5km si esce dall’abitato, entrando subito nel bosco. Superata una sbarra, la strada prosegue sterrata, ma sempre perfettamente percorribile.
Arriviamo all’ex casello di Fiames e raggiungiamo, dopo circa 6,5km, l’imbocco della galleria di Pezzovico. Usciti dal tunnel, in breve, siamo al grande ponte in metallo che scavalca il Rio Felizon. Superata un’altra breve galleria, siamo, dopo 9km, ad Ospitale.
Si prosegue nel bosco, passando a ridosso del Lago de Rufiedo e del Lago Negro fino a raggiungere il Passo Cimabanche, dopo 13,5km, a quota 1530m.

Variante facile: è possibile raggiungere il Passo Cimabanche con i mezzi pubblici (Bike & bus di  Dolomiti bus oppure Bike express) in alternativa con bike shuttle (pulmini 9 posti attrezzati per il trasporto biciclette ).
In questa maniera, godiamo del medesimo percorso pedalando esclusivamente in lieve discesa, diminuendo di molto la fatica.

Borca

Si imbocca la Ciclabile in direzione sud Borca – Calalzo.
Tutto asfalto escluso il tratto di circa 4 km fra Pian da Lago e Dogana vecchia.
Prima di giungere a Borca incontriamo nell’ordine ; Trampolino Olimpico, zona artigianale di Pian da lago, Dogana vecchia , sottopassaggio presso la cava di Chiappuzza , San Vito di Cadore Centro Turistico Sociale Pio X
Il ritorno verso Cortina è garantito da servizio di linea Dolomitibus o Bike Express.
Variante: da Borca, è possibile proseguire in lieve discesa lungo tutta la valle del Boite, fino a raggiungere Calalzo di Cadore.