Laghi d’Ajal e Pianozes

Facile escursione con le ciaspe da fare anche se nevica quando, non potendosi avventurare sui percorsi d’alta quota, si può invece godere del bosco e delle sue suggestioni.
Questa  gita, una facile e bella camminata tra i boschi sottostanti il Becco d’Ajal, parte da Pocol per condurre al Lago d’Ajal e quindi a Mortisa, incontrando, con un po’ di fortuna, i caprioli.
Da Cortina si prenda l’autobus urbano o ci si avvalga del servizio di skibus fino a Pocol, da qui si prosegua lungo la SS 638 del Passo Giau per circa 1 Km fino a incontrare, sulla destra, un parcheggio con le tabelle dei sentieri e una strada forestale chiusa da sbarra.
Ci si inoltra quindi nel bosco, seguendo la strada forestale con segnavia C.A.I 434. Giunti al ponte Peziè de Parù, sul Rio Costeana, lo si oltrepassi e svolti a sinistra, sentiero C.A.I  431, costeggiando il torrente.
Si prosegua su questa traccia fino a giungere a un’ampia spianata dove vi accoglieranno una baita, il “Cason del Macaròn” e una vecchia croce.
Dal casone, seguendo la stradina in discesa, si arriva a una stanga di ferro all’altezza della quale si deve deviare a destra prendendo una breve salita alla fine della quale si arriva al Lago d’Aial.
Dopo una sosta al rifugio, costeggiando il lago sulla sua sponda sinistra e raggiungere una breve scorciatoia nel bosco che conduce sulla sterrata che collega il Lago d’Ajal alla Località Campo, segnavia C.A.I 430. Si segua la strada in discesa fino a un incrocio all’altezza del quale si svolti a sinistra per imboccare il sentiero C.A.I 428 che, in poco tempo, conduce al Ponte.
Si prosegua dritti seguendo la traccia e in circa mezz’ora si raggiunge l’abitato di Mortisa e da qui nuovamente il centro di Cortina.

 

Area: Peziè de Parù – Lago d’Ajal

Orario di partenza suggerito: ore 10.30

Difficoltà: Facile

Durata: 3.00 h

Punto di partenza: Peziè de Parù

Punto di arrivo: Mortisa – Cortina Centro

Quota: 1.518 m

Dislivello in salita: 50 m

Dislivello in discesa: 350 m

Età minima consigliata: 10 anni

Nessun pericolo oggettivo. Itinerario percorribile anche in caso di nevicate.